Il semplice fatto d’esistere (Walt Whitman)
la meditazione come via
vipassana e zazen




 

home

presentazione

meditare

le lezioni

buddhismo

zen

gli esercizi

testi

bibliografia

insegnante

dizionario zen

stampa

cerca nel sito

email

seminari

newsletter


 

 


Il semplice fatto d’esistere (Walt Whitman)


Il semplice fatto d'esistere - che vi è di meglio?
Credo che, non fosse nulla di più sviluppato, la tellina nel suo calcareo guscio dentro la sabbia si mostrerebbe bastantemente augusta.
Io non mi trovo in alcun guscio calcareo;
E sono tutto ravvolto da agili tentacoli,
Che afferrano ciascun oggetto e me lo adducono;
Migliaia essi sono, ciascuno con il suo ingresso speciale;
Sempre all'erta con gli occhi loro minuscoli dal mio capo alle piante;
Uno, non maggiore di un punto, lascia passare dentro e fuori di me tale una somma di beatitudine,
Che penso potrei sollevar l'architrave di casa, se questa mai si trovasse tra me e cosa qualunque io volessi.