La regione novembre (Wallace Stevens)
la meditazione come via
vipassana e zazen




 

home

presentazione

meditare

le lezioni

buddhismo

zen

gli esercizi

testi

bibliografia

insegnante

dizionario zen

stampa

cerca nel sito

email

seminari

newsletter


 

 


La regione novembre (Wallace Stevens)


Novembre inteso come spazio, mondo a sé. La potenza delle cose contro la debolezza della conoscenza. La forza di ciò che è senza motivo alcuno, rispetto la progettualità, l'intenzione. L'esplosione dell'immanente, sacro vero che critica qualsiasi teologia.

 


È duro udire di nuovo il vento del nord
E guardare le punte degli alberi che ondeggiano.

Ondeggiano, profondamente e sonoramente, in uno sforzo
Tanto di qua del sentimento, tanto di qua della parola,

Dicendo e ripetendo, come parlano le cose
A livello di quanto non è ancora conoscenza:

Una rivelazione non ancora intenzionale.
È come un critico di Dio, mondo

E natura umana, seduto pensoso
Sul trono desolato del proprio deserto.

Più e più profondi, più e più sonori,
Gli alberi ondeggiano, ondeggiano, ondeggiano.