Ovunque (Julia Hartwig)
la meditazione come via
vipassana e zazen




 

home

presentazione

meditare

le lezioni

buddhismo

zen

gli esercizi

testi

bibliografia

insegnante

dizionario zen

stampa

cerca nel sito

email

seminari

newsletter


 


 

Ovunque (Julia Hartwig)


Ovunque questo mio io.
Non potrebbe abbandonarmi per un istante?
Mi dice: Sii te stessa, è già qualcosa.
Altre volte: Scavalca te stessa, questa sì che è un'arte.
O altrove: Non scavalcherai te stessa.
Si vanta di non essere noioso, di avere sempre qualcosa che gli accade. Ma lo soffoca questa incessante intimità. E così corre al mare, si perde in quel paesaggio, si immedesima nei racconti altrui, poi si allontana scoraggiato.
Lo riflettono tutti i vetri che oltrepassa, le pozzanghere,
le pupille degli occhi degli altri.