The Inner Light (George Harrison)
la meditazione come via
vipassana e zazen




 

home

presentazione

meditare

le lezioni

buddhismo

zen

gli esercizi

testi

bibliografia

insegnante

dizionario zen

stampa

cerca nel sito

email

seminari

newsletter


 

 


The Inner Light (George Harrison)


Una canzone del '68, che Harrison scrisse ispirandosi (anzi: quasi copiando) a un capitolo del Tao Te Ching:

Without going out of my door
I can know all things on earth.
Without looking out of my window
I could know the ways of heaven.
The farther one travels,
The less one knows,
The less one really knows.
Without going out of your door
You can know all things on earth.
Without looking out of your window
You can know the ways of heaven.
The farther one traveis,
The less one knows,
The less one really knows.
Arrive without traveiing.
See all without looking.
Do all without doing.
 

Traduzione:

La luce interiore

Senza uscire di casa
Posso conoscere tutte le cose della terra.
Senza guardar fuori dalla finestra
Potrei conoscere le vie del cielo.
Pił lontano si viaggia,
Meno si conosce,
Meno si conosce veramente.
Senza uscire di casa
Potete conoscere tutte le cose della terra.
Senza guardar fuori dalla finestra
Potete conoscere le vie del cielo.
Pił lontano si viaggia,
Meno si conosce,
Meno si conosce veramente.
Arriva senza viaggiare.
Vedi tutto senza guardare.
Fai tutto senza fare.