Le figure entravano in me (Mariangela Gualtieri)
la meditazione come via
vipassana e zazen




 

home

presentazione

meditare

le lezioni

buddhismo

zen

gli esercizi

testi

bibliografia

insegnante

dizionario zen

stampa

cerca nel sito

email

seminari

newsletter


 


 

Le figure entravano in me (Mariangela Gualtieri)


Le figure entravano in me
e si fingevano innocue.
Le figure soffici e a spigoli

popolavano l'andamento mio vuoto e
il respiro. Raccontavano storie modeste.
A volte facevano ridere. Tremavano.
Si facevano male. Non fatevi male.
Ma si sparavano. Si scontravano.
Correvano su treni pericolosi.
Riempivano l'andamento mio vuoto
con assi e bastoni. Non fatevi male figure.
Lasciate in pace il mio vuoto
non addobbatelo con scene illusorie
non masticatelo. Movimenti loro
di polvere e luce. Su tutte le furie
e le ingiurie - un latte
uno sparo - un bicchiere di whisky
niente affiorava. Niente pił silenziava
in me. Intorno a me.