Sono consapevole (Emily Dickinson)
la meditazione come via
vipassana e zazen




 

home

presentazione

meditare

le lezioni

buddhismo

zen

gli esercizi

testi

bibliografia

insegnante

dizionario zen

stampa

cerca nel sito

email

seminari

newsletter


 

 


Sono consapevole (Emily Dickinson)


 

Sono consapevole nella mia stanza

Di un amico senza forma -

La posizione non lo mostra -

Né lo conferma - la parola -

 

Né il posto - è necessario che gliene dia uno? -

È più gentile

Un’intuizione accogliente

Della sua compagnia

 

Presenza - è la sua libertà più grande -

Non c'è suono

Da lui a me - da me a lui -

Che ci tolga integrità -

  

Stancarsene sarebbe più strano

Che per un atomo -

Trovare monotona

La vasta compagnia del cielo -

  

Né so se visita altri -

Se rimane - o no -

Ma l’istinto lo sente come

Immortalità.