La nostalgia mi vibra d'un invito (Silvia Bre)
la meditazione come via
vipassana e zazen




 

home

presentazione

meditare

le lezioni

buddhismo

zen

gli esercizi

testi

bibliografia

insegnante

dizionario zen

stampa

cerca nel sito

email

seminari

newsletter


 

 


La nostalgia mi vibra d'un invito (Silvia Bre)


La nostalgia come quel sentimento nobile che ha da insegnare. L'insegnamento di un arrestarsi, di un ritirarsi in uno stato di quiete. E la quiete come riposo da quella dimensione malata della vita, quando essa non è più il suo semplice darsi nel suo semplice passare. Stare allora lieti in questa pacificazione, come una pazienza santa e assente ai rumori del mondo, che di sé tutto indora, così come il fiore che ha dipinto dei suoi colori tutto il reale.

 

La nostalgia mi vibra d'un invito
non udito mai: diventa quieta,
svesti il lembo malato che la vita svia
dal suo passare e stai così,
contenta, fiore sperperato
a una pazienza cieca e pia.