"Sempre pi¨ cedevole e aperto" (Adyashanti)
la meditazione come via
tra vipassana e zazen




 

home

presentazione

meditare

le lezioni

buddhismo

zen

tantra

gli esercizi

testi

poesie

bibliografia

insegnante

dizionario zen

stampa

cerca nel sito

email

seminari

newsletter


 


 

"Sempre pi¨ cedevole e aperto" (Adyashanti)


Leggiamo per l'ultima volta qualche brano tratto da La danza del vuoto - Piena realizzazione del SÚ di Adyashanti:

"Quando ascolti questo momento in profonditÓ, lo senti nell'intimo e permetti a te stesso di viverlo esattamente com'Ŕ, il corpo emozionale e il corpo energetico si distendono. Ora, prenditi qualche minuto per ascoltare, semplicemente, e diventare consapevole di ci˛ che ti circonda. [...]
Nota che pi¨ ti rilassi, pi¨ questi suoni ed esperienze penetrano in te, senza ostacoli. Ti sentirai sempre pi¨ cedevole e aperto. Invita te stesso ad addentrarti in questa apertura. Potresti provare la sensazione che la barriera tra il mondo esterno e quello che accade dentro la tua pelle diventa molto trasparente, oppure ti potresti sentire come se non riuscissi a trovare il confine tra il dentro e il fuori. [...] Una sensazione nel tuo corpo non Ŕ veramente diversa dal suono di una macchina che passa o di un uccello sull'albero. [...]
La presenza del silenzio apre il corpo e ti imbeve come una spugna, se glielo consenti. Sopraggiunge una comprensione silenziosa, che non ha parole ma Ŕ la diretta esperienza di ci˛ che Ŕ. [...]
C'Ŕ qualcosa di misterioso che sa, conosce, qualcosa di misterioso che sta sperimentando in questo istante, ma non puoi dire cos'Ŕ, perchÚ quando dici cos'Ŕ, non Ŕ quello. [...] ╚ prima del pensiero. Non serve nessuna descrizione, perci˛ rimani semplicemente sull'orlo, sul precipizio, nell'esperienza diretta, sentendo direttamente come se non esistessi, pur rimanendo consapevole di quello che fai. [...]
Forse, dopotutto, tu non sei tu. Forse sei ci˛ che Ŕ vigile, desto, all'interno di questo preciso istante di esperienza. Trova in te la disponibilitÓ a esserlo, invece di conoscerlo. Mentre il corpo si apre, i suoni continuano a fluire attraverso il silenzio. [...] Semplicemente rilassati, rilassati e rilassati. ╚ l'atto di fede e fiducia pi¨ semplice.
Questa consapevolezza che Ŕ desta dentro di te conosce se stessa. La mente non la conosce, il corpo non la conosce, e le emozioni non la conoscono. [...] ╚ una veritÓ semplice, al di lÓ di ogni comprensione. ╚ immediata, preesistente a ogni ricerca. ╚ sempre presente e si manifesta in ogni minima sfaccettatura di questa esperienza, proprio ora.
Hai sempre la scelta tra due opzioni. La prima Ŕ quella solita: sacrificare questa misteriosa consapevolezza in favore di qualcos'altro. La seconda Ŕ di non sacrificare questa cosa che Ŕ desta e presente, ovunque tu vada. [...] La scelta sta a te - essere o non essere fedele alla veritÓ. [...] Questo silenzio brucia ogni tentativo di aggrapparsi a qualsiasi altra cosa e libera la vita che tu sei [...]. Senti l'invito fulmineo [...]. Ti esorta a smetterla di mercanteggiare con la vita, con l'attimo presente, con te stesso, col tuo maestro, il tuo amico, il tuo compagno. Smettila. [...]
╚ estremamente semplice. In un attimo, ottieni una vita libera da negoziazioni e mercanteggiamenti. Il Fuoco della VeritÓ elimina proprio questo: le tue negoziazioni e i tuoi mercanteggiamenti con ci˛ che Ŕ, il desiderio che qualcuno o qualcosa cambi. [...] Per ricevere questo dono fino in fondo, deve esser donato a ogni cosa e a ognuno, ovunque" (pp. 149-152).